Questo sito utilizza i cookie. Navigando nel sito acconsentirai al suo utilizzo. Scopri di più sulla nostra politica sulla privacy e sull'uso dei cookie ACCETTO

 

 TRASFERIRE LA PENSIONE IN PORTOGALLO


 

 

 

Sognare di godersi la meritata pensione in riva al mare,sotto il sole dopo tanti anni di lavoro?

Ogni anno l’Inps eroga circa 400mila trattamenti pensionistici all’estero.

Chi pensa che la maggior parte dei pensionati preferisca mete esotiche e calde come ad esempio L’Argentina,oppure dei luoghi ricchi di natura selvaggia ed incontaminata,sbaglia.

Al pensionato Italiano che ha raggiunto la sospirata pensione piace l’Europa,dal 2011 al 2014, i pensionati italiani emigrati verso altri paesi europei sono aumentati di parecchio.  

Il Portogallo e’ diventato un nuovo Eldorado per i pensionati.

Ecco le motivazioni, il guadagno per il pensionato che decide di emigrare è sostanziale e vale il taglio dell’Irpef. Il tutto grazie a un accordo bilaterale sottoscritto da Portogallo e altri paesi europei, tra cui l’Italia. 

Affidatevi alla nostra agenzia,come molti altri hanno gia' fatto,contattateci senza impegno,cambiate in meglio la vostra vita.

  


 

Ogni anno l’Inps eroga circa 400mila trattamenti pensionistici all’estero. Chi pensa che la maggior parte dei pensionati preferisca mete esotiche e calde come ad esempio L’Argentina,oppure dei luoghi ricchi di natura selvaggia ed incontaminata,sbaglia. Al pensionato Italiano che ha raggiunto la sospirata pensione piace l’Europa, Dal 2011 al 2014, i pensionati italiani emigrati verso altri paesi europei, sono aumentati di piu’ del 105%. Il Portogallo e’ diventato un nuovo Eldorado per i pensionati. Ecco le motivazioni, il guadagno per chi decide di emigrare è sostanziale e vale il taglio dell’Irpef.il costo della vita piu' basso,e la pensione tassata al 10% per 10 anni.                                                   Il tutto grazie a un accordo bilaterale sottoscritto da Portogallo e altri paesi europei, tra cui l’Italia.


 Trasferire la pensione in Portogallo conviene

E’ prevista un’esenzione fiscale  la pensione e'  tassata al 10%  per i primi 10 anni.

Procedure per ottenere la detassazione

Si deve chiedere all’INPS il trasferimento in Portogallo della     pensione al lordo della tassazione italiana, e fare la richiesta alle autorità fiscali Portoghesi dello stato di residente fiscale non abituale.

Come richiedere il pagamento della pensione in Portogallo

Il   titolare della pensione deve attestare la residenza fiscale estera alla sede INPS di competenza e mediante la apposita modulistica (modello EP/I) da presentare vidimata alla competente autorità Portoghese.

Quando percepiro’ la mia pensione senza tasse?

Non subito, l’INPS inizialmente continuera’ ad erogare la pensione netta. Solo dopo aver verificato la documentazione che soddisfi i requisiti richiesti, procederà con il trasferimento della pensione al lordo e al rimborso degli arretrati. Le tempistiche dipendono dall’ufficio INPS,che con la procedura di verifica della pratica, mediamente le tempistiche sono comprese tra 90 e 180 giorni.

Requisiti per poter ottenere la residenza fiscale non abituale

1) Per poter ottenere lo stato di residente fiscale non abituale in Portogallo,non deve avere avuto la residenza in Portogallo nei cinque anni precedenti dall’inoltro della pratica.
2) Chi fa la richiesta deve dimostrare di aver soggiornato in Portogallo per più di 183 giorni oppure,se la permanenza e’ inferiore ai 183 giorni, deve avere in Portogallo una casa di proprietà oppure di un regolare contratto di affitto che attesta l’intenzione di averla eletta come residenza abituale. Dovrà pertanto essere considerato ai fini fiscali residente in territorio portoghese.

Documentazione necessaria per ottenere i vantaggi fiscali.  I seguenti documenti  saranno prodotti con voi dalla nostra agenzia .

– Codice Fiscale portoghese
– Conto Corrente portoghese
– Contratto di affitto
– Certificato di residenza
*
Tutti i documenti sono necessari e devo essere richiesti nell’ordine indicato. Il codice fiscale portoghese serve infatti per aprire un conto corrente, il conto corrente e il codice fiscale servono per il contratto di affitto, i quali a loro volta servono per ottenere il certificato di residenza.il tutto sara' fatto con voi presso la nostra agenzia.

Quanto tempo ho per richiedere la residenza non abituale?

Per poter ottenere lo statuto di residente fiscale non abituale, dovrà richiederlo entro il 31/3 dell’anno successivo a quello in cui l’attribuzione dello statuto dovrà produrre effetto.

Dovro’ mantenere la residenza fiscale per 10 anni?

Non e’ necessario quando uno ha intenzione di rientrare nel proprio paese di origine si fara’ la richiesta di tornare ad essere residenti fiscali in Italia. Ovviamente tornerà ad essere applicata la tassazione secondo le leggi in vigore.

I pensionati del settore statale possono usufruire della agevolazione?

 Purtoppo no, la convenzione tra Italia e Portogallo prevede che le pensioni pubbliche siano tassate in Italia a prescindere dalla residenza del pensionato.

 

Quando verra’ a Lisbona nei nostri uffici,dovra’ portare la documentazione cartacea dall’Italia ( ve li indicheremo noi)che ci necessitano per l’avvio della procedura.
Inoltre vi seguiremo per tutto L’iter delle pratiche.Ci si rechera’ presso l’ufficio del nostro avvocato di Lisbona, che inoltrera’ tutte le pratiche necessarie agli uffici INPS per iter dello sgravio della Sua pensione, dopodiche’ otterrete la vostra pensione tassata al 10% per 10 anni in Portogallo.

Se dovrete rientrare in Italia per sbrigare altre incombenze,potrete tranquillamente farlo perche' seguiremo noi tutta la procedura,avvisandovi se ci fosse la necessita' di ulteriori informazioni’. Quando verrete qui' la prima volta vi assisteremo noi per l'apertura del vostro conto bancario in Lisbona,dove successivamente verra' erogato  dall'INPS il bonifico della vostra pensione tassata al 10% per 10 anni.Le pratiche per ottenere lo sgravio fiscale della pensione in Portogallo,necessitano di circa 180 giorni, questa tempistica dipende dagli uffici dell’INPS.

 

  CONTATTACI